Copertina flessibile, rigida, e-book

Paolo e Serena, amici da sempre e fidanzati da tre anni, decidono di sposarsi e acquistano la casa dei loro sogni, un vecchio casolare in campagna nel quale andavano a giocare da bambini. In uno dei mobili lasciati dall’ex proprietario trovano un vecchio diario dal contenuto angosciante: una serie di foto di donne incinte, scattate durante le varie fasi della gravidanza e dopo essere state barbaramente uccise, oltre alla descrizione dettagliata sulle torture inflitte prima della morte. La coppia si ricorda di quei crimini, realmente accaduti molti anni prima e che si sono interrotti da un giorno all’altro. Entrambi appassionati di thriller, decidono di non denunciarne il ritrovamento. Ma a pochi giorni dal loro trasferimento nella nuova casa, iniziano ad accadere alcuni fatti strani. Paolo e Serena cercano di non farsi intimorire, fino a quando, al rientro da una vacanza, trovano il casolare devastato.  Chi si è introdotto, però, non ha rubato niente, tranne quel diario. Da quel momento un crescendo di avvenimenti e nuovi crimini aumentano la tensione, fino a trascinare la coppia in un vero e proprio incubo. L’ispettrice Rosati e l’agente Marri vengono chiamati per cercare di risolvere il caso che, a distanza di sedici anni, è tornato a seminare molta sofferenza.