Copertina flessibile, rigida, e-book

Il “sarto” è un sadico serial killer che si firma così per la sua specialità nel cucire le mani delle sue vittime quando sono ancora in vita. Rapisce, tortura e uccide solo uomini, la cui unica colpa è avere relazioni con donne sposate. Colpisce nel mese di marzo, con cadenza annuale, è invisibile e non lascia alcuna traccia. Le indagini sono al punto di partenza ma improvvisamente, a seguito della sparizione di una bambina di otto anni, avvenuta dopo il rapimento e l’omicidio di un terzo uomo, il grande intuito dell’ispettrice Rosati la porta a seguire un’altra pista, sulla quale si apre uno scenario inaspettato. Le nuove ricerche si concentrano sui pochi indizi emersi dalla scoperta di una tragedia familiare che, pur incastrandosi perfettamente con i casi del sarto, non permette agli inquirenti di fare alcun passo in avanti. Il killer continua a muoversi indisturbato, fino a quando un pizzico di fortuna sembra aprire uno spiraglio. Da quel momento la Rosati si troverà a percorrere una nuova strada che, oltre a essere lunga e tortuosa, pare nascondere molti segreti.