Copertina flessibile, rigida, e-book

Margherita si risveglia in ospedale in preda al terrore, non ricorda niente del suo passato ed è quasi paralizzata. Le due persone accanto a lei, suo marito Filippo e la dottoressa Tremanti, la informano che la sua condizione è dovuta a un brutto incidente ma è reversibile grazie a delle cure. Le viene anche detto che qualche settimana prima si era risvegliata ma era stata sedata dopo aver tentato di tagliarsi le vene.

Al suo rientro a casa, una splendida villa a picco sul mare, le viene affiancato Marcello, un fisioterapista che si occuperà della sua riabilitazione. Come Margherita lo vede non le risulta una faccia nuova e con l’andare del tempo inizia ad avere degli sprazzi di memoria, in alcuni dei quali lui è presente.

Dopo alcuni giorni ne parla col marito. Lui non se ne meraviglia, Marcello aveva già iniziato a occuparsi di lei nel breve periodo in cui si era ripresa e probabilmente la cura sta iniziando a dare i suoi frutti.

Qualcosa però non convince Margherita, quei brevi ricordi sembrano raccontare un’altra verità, al punto di indurla a temere di essere in pericolo. Ma di chi può fidarsi per chiedere aiuto?